Entra in contatto con noi
Puffy

A fronte di numerose battute d’arresto, il regolatore della cannabis dello Stato di New York si dimetterà

Pubblicato

su

Cannabis a New York
Seguici su Facebook
PUBLICITE

Il governatore di New York Kathy Hochul ha annunciato venerdì una revisione completa dell’agenzia statale di regolamentazione della cannabis, dopo la pubblicazione di un rapporto critico che evidenziava le mancanze della leadership, la mancanza di trasparenza e la scarsa comunicazione durante il lancio del mercato legale della cannabis nello stato.

Il governatore ha anche presentato un programma di sovvenzioni di 5 milioni di dollari per alcuni titolari di licenze e una nuova task force per combattere i negozi illegali di cannabis che ora pullulano nello Stato.

La governatrice ha confermato venerdì di aver chiesto al direttore esecutivo dell’Office of Cannabis Management, Chris Alexander, di dimettersi alla fine del suo mandato in settembre. La decisione è stata presa lo stesso giorno in cui l’Office of General Services ha pubblicato un rapporto che descrive le carenze dell’agenzia e i numerosi errori che hanno caratterizzato gli ultimi tre anni.

“Stiamo prendendo le misure necessarie e attese da tempo per rendere il programma di cannabis di New York un successo e per farlo funzionare come promesso”, ha detto Hochul in una conferenza stampa. “Deve portare la prosperità e le opportunità che sappiamo essere in grado di offrire, e deve farlo in modo equo, efficace ed efficiente”

PUBLICITE

Il governatore aveva in precedenza criticato il lancio dell’industria della cannabis nello stato di New York, definendo un “disastro” un processo molte volte ritardato e condannato da cause legali che ha beneficiato e probabilmente ampliato il mercato illegale della cannabis dello stato.

Capitalismo e risarcimenti

Il rapporto dietro le dimissioni di Chris Alexander fa un chiaro collegamento tra le difficoltà dell’OCM e il suo tentativo di bilanciare le disposizioni di equità sociale della legge sulla legalizzazione con i più ampi compiti amministrativi e di licenza dell’agenzia.

“Sin dall’inizio, la CMO ha funzionato come una start-up politica orientata alla missione, ma ha faticato a trasformarsi in un’entità normativa matura”, si legge nel rapporto.

Uno dei sostenitori dell’ente regolatore, intervenuto nel City & State NY, sostiene invece che il sostegno a questa politica correttiva non è stato così forte come avrebbe dovuto:

PUBLICITE

“Nessuna legge sulla cannabis nel paese è così ponderata o ambiziosa come quella di New York, scritta dal giovane e brillante avvocato Chris Alexander, la cui visione purtroppo non è stata sostenuta dalle risorse e dall’esperienza necessarie per raggiungere gli obiettivi di questo esperimento di riparazione attraverso il capitalismo, il cui successo non dovrebbe essere abbandonato”.

I coltivatori di cannabis che hanno a lungo lottato per trovare sbocchi per i loro prodotti, nel frattempo, hanno accolto con favore la decisione.

“Oggi il governatore ha preso provvedimenti a lungo attesi per dare una svolta al mercato della cannabis nello Stato. Pur plaudendo a questi sforzi, rimaniamo preoccupati che senza sgravi per i coltivatori, questi ultimi non saranno in grado di trarre vantaggio da questi progressi”, ha dichiarato Joseph Calderone, presidente della Cannabis Farmers Alliance. “Non vediamo l’ora di lavorare con il governatore per implementare le sue necessarie riforme”

Il rapporto rileva altri problemi all’interno dell’agenzia, tra cui la mancanza di esperienza del personale senior e le molteplici modifiche al processo di rilascio delle licenze, che hanno portato a correggere circa il 90% delle domande, con conseguenti ulteriori ritardi.

Le raccomandazioni del rapporto includono l’assunzione di più personale per accelerare l’elaborazione delle licenze, lo snellimento del processo di richiesta e l’organizzazione di “sessioni di ascolto” per consentire al pubblico di esprimere le proprie rimostranze sul processo di rilascio delle licenze.

Aurélien ha creato Newsweed nel 2015. Particolarmente interessato ai regolamenti internazionali e ai diversi mercati della cannabis, ha anche una vasta conoscenza della pianta e dei suoi usi.

Trending

Trovaci su logo Google NewsNewsE in altre lingue:Newsweed FranceNewsweed EspañaNewsweed NederlandNewsweed PortugalNewsweed Deutschland

Newsweed è la principale fonte di informazioni sulla cannabis legale in Europa - © Newsweed