Entra in contatto con noi
Puffy

Il crescente consumo di Amanita Muscaria sta destando preoccupazione tra i ricercatori

Pubblicato

su

Gommosi con amanita muscaria
Seguici su Facebook
PUBLICITE

Ultimo arrivato nel mercato degli psichedelici legali, il consumo di prodotti contenenti un estratto di funghi Amanita muscaria sta registrando un notevole aumento di popolarità.

Uno studio condotto dalla Herbert Wertheim School of Public Health and Human Longevity Sciences dell’Università della California, San Diego, che ha seguito le tendenze di ricerca su Google, rileva che le ricerche di questo fungo sono aumentate del 114% tra il 2022 e il 2023.

Crescente interesse per i funghi psichedelici

Lo studio evidenzia una tendenza più ampia negli Stati Uniti, dove l’interesse per i funghi psichedelici contenenti psilocibina ha continuato a crescere. Nel 2022, il 12,3% degli adulti statunitensi ha dichiarato di aver consumato funghi contenenti psilocibina, rispetto all’11,4% del 2021. Questo rinnovato interesse ha creato un mercato fiorente anche per altri tipi di funghi, tra cui l’Amanita muscaria.

L’Amanita muscaria, nota anche come Agarico che uccide le mosche, è rinomata per i suoi effetti psicotropi distinti, che includono sensazioni di assenza di peso, percezione sensoriale amplificata, distorsione dello spazio, perdita di consapevolezza del tempo e allucinazioni. Tuttavia, a differenza dei funghi psilocibinici, l’Amanita muscaria può essere più tossica a causa della presenza di composti come il muscimolo e l’acido ibotenico.

PUBLICITE

Stato giuridico e problemi di sicurezza

Lo status legale dell’Amanita muscaria è uno dei fattori che contribuiscono all’aumento del suo consumo. Nella maggior parte degli Stati Uniti, ad eccezione della Louisiana, e dell’Europa, l’Amanita muscaria rimane legale, il che la rende più accessibile dei funghi psilocibinici, che in molti luoghi sono ancora classificati come sostanze controllate.

Tuttavia, i ricercatori temono che molte persone consumino questi funghi senza una sufficiente conoscenza dei loro effetti e dei potenziali rischi. L’autore principale dello studio, Eric Leas, Ph.D., M.P.H., sottolinea che mentre la psilocibina ha un potenziale terapeutico, lo stesso non si può dire dell’Amanita muscaria a causa del suo diverso profilo farmacologico.

“C’è molto interesse per il potenziale terapeutico della psilocibina, e giustamente”, ha detto Leas. “Ma allo stesso tempo, un’industria nascente potrebbe cercare di capitalizzare questo interesse commercializzando altri funghi. Per esempio, alcuni produttori chiamano i prodotti a base di Amanita muscaria “caramelle magiche al fungo” e non rivelano il fungo che contengono, né chiariscono che l’Amanita muscaria è un fungo diverso dalla psilocibina e che non ci sono praticamente prove cliniche del suo uso come terapia”.

Marketing ingannevole e mancanza di regolamentazione

Lo studio evidenzia che alcuni produttori ingannano i consumatori commercializzando prodotti a base di Amanita muscaria con la scusa dei più noti funghi psichedelici. Questo marketing spesso manca di trasparenza, non rivelando il tipo specifico di fungo utilizzato, il che può portare a un consumo non informato.

PUBLICITE

Inoltre, l’etichettatura dei prodotti a base di Amanita muscaria spesso assomiglia a quella degli integratori alimentari senza la corrispondente applicazione.

“Abbiamo scoperto che molti produttori utilizzano l’etichettatura degli integratori alimentari, comprese le indicazioni ‘Supplement Facts'”, ha spiegato Leas. “Tuttavia, esiste una procedura per l’immissione di un integratore sul mercato che prevede la presentazione di dati sulla sicurezza e la presentazione di una domanda, e non abbiamo trovato alcuna prova che questi produttori abbiano seguito questa procedura, il che rende gli attuali prodotti venduti in questo modo illegali”.

Potenziali rischi e urgente necessità di cautela

I composti attivi dell’Amanita muscaria, come il muscimolo e l’acido ibotenico, presentano rischi significativi, soprattutto se consumati senza le necessarie conoscenze e precauzioni. I ricercatori invitano alla cautela e sottolineano l’importanza di educare i consumatori sui potenziali pericoli associati a questi funghi.

a mio parere, se un produttore volesse sviluppare un integratore alimentare a base di Amanita muscaria, probabilmente la sua richiesta non verrebbe approvata a causa dei rischi insiti nel muscimolo e nell’acido ibotenico”, ha aggiunto Leas, “ma al momento si tratta di un “Far West” e le aziende stanno approfittando dell’applicazione tardiva della legislazione, mettendo a rischio i consumatori”.

Il fascino dell’Amanita muscaria non è nuovo. Pubblicazioni come High Times hanno esplorato gli effetti e il significato storico del fungo. Lo scrittore Tom Robbins ha esplorato l’Amanita muscaria nel numero di dicembre 1976 di High Times, parlando dei vari libri che informano i lettori sul fungo.

Nel dicembre 1979, gli scrittori di High Times hanno esaminato i legami tra Santa Claus e l’anemito della mosca, suggerendo che la mitologia di Babbo Natale potrebbe essere collegata a uno sciamano lappone che consumava Amanita muscaria.

Aurélien ha creato Newsweed nel 2015. Particolarmente interessato ai regolamenti internazionali e ai diversi mercati della cannabis, ha anche una vasta conoscenza della pianta e dei suoi usi.

Trending

Trovaci su logo Google NewsNewsE in altre lingue:Newsweed FranceNewsweed EspañaNewsweed NederlandNewsweed PortugalNewsweed Deutschland

Newsweed è la principale fonte di informazioni sulla cannabis legale in Europa - © Newsweed