Entra in contatto con noi

Il Quebec lancerà un progetto pilota “small batch” per i microproduttori di cannabis

Pubblicato

su

Microcultura della cannabis in Québec
PUBLICITE

La Société québécoise du cannabis (SQDC) sta lanciando un progetto pilota di “piccoli lotti” per facilitare ai microproduttori l’immissione sul mercato di nuovi prodotti.

Il programma consentirà di vendere nella provincia lotti di cannabis di peso inferiore a 40 kg e, a condizione che il prodotto o la genetica siano nuovi per il mercato del Quebec, al di fuori degli attuali bandi e richieste di prodotto.

I prodotti saranno limitati a 3,5 grammi a partire da 25 dollari (5,42 euro/g) e dovranno rispettare le linee guida dell’SQDC per un imballaggio ecologico.

Nel determinare quali prodotti saranno approvati nell’ambito del programma, il SQDC terrà conto anche dei metodi di coltivazione e della vicinanza al Quebec.

PUBLICITE

Il programma è stato annunciato questa settimana e l’SQDC prevede di essere in grado di accettare i prodotti da esaminare entro la metà di settembre, mentre 10 piccoli lotti saranno scelti entro la fine di settembre.

I prodotti saranno disponibili per i consumatori nella prima fase di test dal 21 novembre al 15 gennaio 2023 in filiali SQDC selezionate. L’SQDC seguirà poi l’Association québécoise de l’industrie du cannabis (AQIC) e l’industria in generale nel febbraio 2023 per misurare il successo del programma.

Se il progetto pilota avrà successo per i produttori e i consumatori, l’SQDC prevede di attuare pienamente il programma nell’aprile-maggio 2023.

Pierre Leclerc, CEO dell’Association québécoise de l’industrie du cannabis (AQIC), che si è consultato con l’SQDC sullo sviluppo di questo progetto, si dice entusiasta delle opportunità che il programma offrirà ai micro e ad altri piccoli produttori che cercano di entrare nel mercato del Quebec.

PUBLICITE

“Siamo molto soddisfatti e felici che la SQDC stia andando in questa direzione e felici di questa collaborazione”, ha dichiarato Pierre Leclerc a StratCann.

“Questo è un buon modo per introdurre genetiche nuove e interessanti nel mercato del Quebec. Penso che questa possa essere un’importante opportunità per i produttori del Quebec e di tutto il Canada”

Il programma è un buon esempio di come il Quebec ascolti le esigenze dei produttori di cannabis. Sebbene sia stato concepito per i microfoni e la provincia possa porre maggiore enfasi sui prodotti locali, è aperto a tutti i produttori canadesi in grado di soddisfare i requisiti della provincia per i piccoli lotti e le nuove genetiche.

“Il programma è stato messo in atto dopo che alcune microimprese ne hanno fatto richiesta e hanno comunicato all’SQDC i loro problemi relativi alla capacità di commerciare con loro. Quindi l’intero programma è stato costruito intorno alle esigenze dei micro, ma non è limitato esclusivamente ai micro”

Louis Sirois, presidente del Laboratoire InoVert, un’azienda di elaborazione degli standard in Québec, e presidente del Groupe Conseils Sirois, ritiene che il programma aiuterà la provincia a individuare nuovi prodotti che abbiano una certa risonanza presso i consumatori.

“Vogliono offrire qualcosa di diverso, qualcosa di buon valore che possa fornire prodotti nuovi e speciali. È un buon modo per introdurre nuovi e interessanti prodotti genetici nel mercato del Quebec. Penso che questa possa essere un’importante opportunità per i produttori del Quebec e di tutto il Canada”

“Poi, se è buono, può trovare una collocazione a lungo termine nel mercato”.

Aurélien ha creato Newsweed nel 2015. Particolarmente interessato ai regolamenti internazionali e ai diversi mercati della cannabis, ha anche una vasta conoscenza della pianta e dei suoi usi.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trending

Newsweed è il primo media francese sulle notizie legali e mondiali sulla cannabis - © Newsweed