Entra in contatto con noi

Bevande al THC: l’ultimo segmento di mercato caldo negli USA

Pubblicato

su

Bevande alla cannabis negli Stati Uniti
PUBLICITE

Man mano che gli Stati Uniti legalizzano la cannabis, le aziende scommettono che la gente vorrà anche berla. Importanti aziende di bevande come Constellation, che ha investito quasi 5 miliardi di dollari in Canopy Growth, sono già entrate nel mercato delle bevande infuse di cannabis.

La più recente tecnologia di idrosolubilizzazione dei cannabinoidi ha permesso di miscelare il THC in una serie di bevande. Oggi i produttori di bevande ritengono che le persone che non vogliono fumare cannabis o bere alcolici per motivi sociali o di salute possano trovare un’alternativa nelle bevande alla cannabis.

Secondo Amanda Reiman, vicepresidente della ricerca sulle politiche pubbliche di New Frontier Data, una società di cannabis che traccia i modelli di consumo, il mercato sta diventando sempre più affollato mentre è ancora agli inizi.

“La scelta per i consumatori non era così ampia in passato, ma abbiamo visto decine di aziende entrare nel settore delle bevande alla cannabis”, ha detto Reiman.

PUBLICITE

Basandosi sulla sua esperienza nella produzione di birra e alcolici, Pabst Blue Ribbon ha iniziato a vendere una gamma di “High Seltzer” analcolici. Ogni lattina da 33 centilitri contiene 10 milligrammi di THC, che secondo l’azienda “è la quantità giusta per divertirsi”. Le bevande sono aromatizzate con ananas, mango, fragola o limone. Sono venduti online o presso i dispensari negli Stati in cui è consentito l’uso medico o ricreativo della cannabis.

Altre aziende produttrici di birra e alcolici sono entrate in questo settore, tra cui Anheuser-Busch, il produttore di Budweiser, o Constellation Brands, che distribuisce Corona negli Stati Uniti e possiede Lagunitas. La linea di bevande all’erba contiene dosi variabili di THC – in genere tra 2,5 e 10 milligrammi – miscelate solo con bevande a base di acqua. La miscela di cannabis e alcol è di fatto vietata nella maggior parte degli Stati in cui è consentito il consumo di cannabis.

Brightfield Group, un’agenzia di ricerca sulla cannabis, stima che tutte le bevande alla cannabis rappresenteranno 1 miliardo di dollari di vendite negli Stati Uniti entro il 2025.

Sebbene si sia già parlato di bevande alla cannabis in passato, alcuni esperti ritengono che questo sia un momento unico e che sia il momento giusto per una maggiore diffusione di questo tipo di bevande.

PUBLICITE

“Ci sono stati diversi falsi annunci sul fatto che le bevande al THC fossero la prossima grande novità”, dice Travis Tharp, CEO di Keef Brands. “Ma credo che siamo a un punto in cui la crescita annuale è sostanziale”

Travis Tharp aggiunge che il mercato delle bevande a base di THC è stato finora limitato da una mancanza di ricerca su cosa sia il bere responsabile, oltre che da una scarsità di standard e di buone pratiche, che considera una delle principali barriere che impediscono al settore di raggiungere più rapidamente il grande pubblico.

Aurélien ha creato Newsweed nel 2015. Particolarmente interessato ai regolamenti internazionali e ai diversi mercati della cannabis, ha anche una vasta conoscenza della pianta e dei suoi usi.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trending

Newsweed è il primo media francese sulle notizie legali e mondiali sulla cannabis - © Newsweed