Entra in contatto con noi

La cannabis terapeutica è ora disponibile in tutte le farmacie della Grecia

Pubblicato

su

Cannabis medica in farmacia in Grecia
PUBLICITE

La Grecia ha ufficialmente reso disponibile la cannabis medica per i pazienti del Paese. Dopo un viaggio di sette anni irto di insidie e suppliche, persone come Anna Paga, madre sessantenne di tre figli, stanno trovando speranza e sollievo.

L’accessibilità tanto attesa

La storia di Anna Paga illustra le lotte e le vittorie di innumerevoli pazienti alle prese con dolore cronico e malattie invalidanti. Per anni, Anna Paga ha sopportato i tormenti dell’artrite psoriasica, navigando in un labirinto di trattamenti con poca tregua. La reale accessibilità della cannabis terapeutica segna una svolta nel suo arduo percorso.

“Sono scoppiata in lacrime… la fine dei rischi e della paura”, ha detto la signora Paga all’agenzia di stampa di Atene, ricordando l’emozione provata quando ha ricevuto la sua prescrizione attraverso il sistema elettronico greco. La sua storia, riportata da diversi media, riflette la natura profonda di questo cambiamento legislativo.

La storia di Paga rispecchia quella di molti pazienti che hanno cercato conforto nelle terapie alternative nonostante i limiti della medicina convenzionale. Prima della legalizzazione della cannabis terapeutica in Grecia, persone come Paga ricorrevano a vie illegali, lottando con i rischi e le incertezze inerenti.

PUBLICITE

“Dolori lancinanti… non riuscivo a dormire”, ricorda Paga, sottolineando il pesante tributo che la sua condizione stava prendendo su di lui. Tuttavia, con l’introduzione della cannabis farmaceutica, la vita di Paga è cambiata. Grazie a meticolosi aggiustamenti del dosaggio e ai consigli degli esperti, ha visto un notevole miglioramento dei suoi sintomi, dandole un barlume di speranza nel mezzo dell’oscurità della sua malattia.

Cosa consente il programma greco per la cannabis terapeutica?

La scorsa settimana, i primi prodotti a base di cannabis secca sono stati messi a disposizione dei pazienti greci e il primo paziente ha ricevuto la sua prescrizione.

La cannabis medica sarà ora disponibile in Grecia per trattare condizioni come la nausea e il vomito causati dalla chemioterapia, dalla radioterapia e dalla terapia combinata per l’HIV o l’epatite C, il dolore cronico, la spasticità associata alla sclerosi multipla e alle lesioni del midollo spinale, e come soppressore dell’appetito nelle cure palliative.

I medici specialisti ora autorizzati a prescrivere cannabis medica includono anestesisti, neurologi e patologi specializzati in cancro, infezioni e reumatismi.

PUBLICITE

Una volta che la prescrizione è stata rilasciata da uno specialista, può essere rinnovata da altri medici ogni sei mesi, ma il trattamento deve essere rivalutato da uno specialista.

La cannabis medica è considerata un “trattamento non rimborsato”, il che significa che nessuno dei costi è coperto dallo Stato o dall’assicurazione, ma il “costo è elevato”.

I pazienti dovranno coprire l’intero costo della loro prescrizione, che sarà di 82,96 euro per una confezione da 5 grammi e 165,91 euro per una confezione da 10 grammi, ovvero più di 16,50 euro al grammo.

Questo prezzo sarebbe stato fissato prendendo in considerazione i due prezzi medi più bassi dell’UE, ma si prevede che il costo si ridurrà con l’arrivo sul mercato di un maggior numero di prodotti.

Business of Cannabis stima che attualmente sia disponibile un solo prodotto, un preparato bilanciato CBD/THC fornito da Tikun Olam Europe, ma che le versioni con un contenuto di THC più elevato dovrebbero arrivare sul mercato nei prossimi mesi, man mano che i pazienti e i medici si adattano al primo prodotto.

Il prodotto sarà disponibile nelle farmacie e quello di Tikun Olam sarà distribuito da due società, Lavipharm e Pharmaserve-Lilly.

Aprire il programma

La cannabis medica è stata autorizzata in Grecia nel 2017, dopo che una campagna lanciata da madri di bambini affetti da epilessia grave ha raccolto più di 45.000 firme. A quel punto poteva essere legalmente prescritta per tre condizioni.

Nonostante ciò, solo pochi pazienti sono riusciti a ottenere farmaci a base di cannabis medica come l’Epidyolex e il Sativex attraverso domande di importazione individuali, spesso dopo lunghe e complicate battaglie burocratiche.

Nel 2021, un divieto di importazione, visto come una misura per proteggere il mercato interno greco, ha ulteriormente limitato l’accesso ai prodotti a base di cannabis medica.

Sebbene il divieto di coltivazione e produzione sia stato abrogato nel marzo 2018, i piani per consentire la vendita di cannabis medica nelle farmacie non sono stati annunciati fino al 2022.

Secondo la dottoressa Chrysoula Karanastasi, anestesista e responsabile della Società Medica Greca per i Cannabinoidi, la cannabis farmaceutica rappresenta un approccio complementare piuttosto che una panacea. Sottolineando l’importanza di un processo decisionale informato e di piani di trattamento personalizzati, la dottoressa Karanastasi evidenzia le complessità insite nelle terapie a base di cannabis.

Nonostante i progressi nell’accessibilità della cannabis medica, le sfide rimangono all’orizzonte. In particolare, i pazienti devono affrontare l’onere finanziario del trattamento, poiché la copertura sanitaria greca non include la cannabis medica.

Aurélien ha creato Newsweed nel 2015. Particolarmente interessato ai regolamenti internazionali e ai diversi mercati della cannabis, ha anche una vasta conoscenza della pianta e dei suoi usi.

Clicca per commentare

Devi essere loggato per postare un commento Accedi

Lascia un commento

Trending

Trovaci su logo Google NewsNewsE in altre lingue:Newsweed FranceNewsweed EspañaNewsweed Nederland

Newsweed è la principale fonte di informazioni sulla cannabis legale in Europa - © Newsweed