Entra in contatto con noi

L’Arkansas voterà a favore (o contro) la legalizzazione della cannabis a novembre

Pubblicato

su

Legalizzazione della cannabis in Arkansas
PUBLICITE

La Corte Suprema dell’Arkansas ha stabilito giovedì che gli elettori possono decidere se legalizzare la marijuana a scopo ricreativo, annullando la decisione di una commissione statale di bloccare la misura in votazione a novembre.

I giudici hanno accolto la richiesta di Responsible Growth Arkansas, il gruppo dietro la proposta, di certificare la misura per il voto di novembre.

“Il popolo deciderà se approvare l’emendamento proposto a novembre”, ha scritto il giudice Robin Wynne nella decisione della corte.

Il gruppo dietro la proposta ha fatto appello dopo che la Commissione elettorale statale aveva bloccato l’iniziativa in agosto. I sostenitori hanno presentato un numero maggiore di firme valide di elettori registrati per qualificarsi, ma la proposta doveva ancora essere approvata dal consiglio per essere messa in votazione.

PUBLICITE

“Siamo estremamente grati che la Corte Suprema sia stata d’accordo con noi e abbia considerato una completa convalida di tutto ciò che abbiamo fatto”, ha dichiarato Steve Lancaster, avvocato di Responsible Growth Arkansas. “Siamo entusiasti e ci avviamo verso novembre”.

Poiché il termine per la certificazione dei titoli di iniziativa è scaduto, il tribunale aveva permesso che la misura fosse inserita nella scheda elettorale delle elezioni generali mentre decideva se i voti sarebbero stati conteggiati.

Gli elettori dell’Arkansas che legalizza la cannabis medica. L’emendamento proposto permette alle persone di 21 anni e più di possedere fino a un’oncia di cannabis (28 grammi) e consente ai dispensari con licenza statale di vendere cannabis per uso medico.

La Commissione elettorale ha respinto la misura dopo che i commissari hanno dichiarato di non ritenere che il titolo della scheda elettorale spiegasse pienamente l’impatto dell’emendamento agli elettori. I sostenitori della misura hanno affermato che le critiche del consiglio sono andate oltre quanto richiesto per le iniziative elettorali.

PUBLICITE

I giudici hanno respinto le argomentazioni del consiglio per negare la misura, ma la corte ha anche annullato la legge del 2019 che autorizzava il consiglio a certificare le misure elettorali. Prima di questa legge, le misure elettorali dovevano essere esaminate dal procuratore generale prima che le petizioni potessero circolare.

Due giudici conservatori hanno convenuto che il consiglio non aveva l’autorità di respingere la proposta, ma hanno anche affermato che il segretario di Stato repubblicano dell’Arkansas ha correttamente stabilito che la proposta non era sufficiente per il voto dello Stato.

“Il titolo della scheda elettorale proposta non è abbastanza esaustivo da rivelare la portata dell’emendamento proposto né privo di omissioni fuorvianti riguardo alle questioni relative al benessere dei bambini”, ha scritto il giudice Shawn Womack in un parere separato.

Un portavoce ha dichiarato che il Segretario di Stato John Thurston, che presiede il Board of Election Commissioners, non ha commentato la decisione.

La cannabis è già legale in 19 Stati USA, con proposte di legalizzazione South Dakota, North Dakota, e Maryland. La Corte Suprema dell’Oklahoma ha stabilito mercoledì che una proposta di legge in quello Stato non apparirà sulla scheda elettorale di novembre.

la Responsible Growth Arkansas ha raccolto più di 4 milioni di dollari per sostenere la misura dell’Arkansas, soprattutto da aziende produttrici di cannabis medica. il gruppo Safe and Secure Communities, nato per opporsi alla misura, ha raccolto più di 2 milioni di dollari da un dirigente dell’industria avicola dell’Arkansas e da un dirigente dell’industria marittima dell’Illinois che hanno sostenuto i candidati repubblicani.

Il Family Council, un altro gruppo che si batte contro la misura, giovedì ha definito la proposta di legalizzazione “una ricetta per il disastro”.

Il governatore repubblicano dell’Arkansas Asa Hutchinson, ex capo della Drug Enforcement Administration federale, che si era opposto alla proposta, non ha commentato immediatamente la decisione.

Aurélien ha creato Newsweed nel 2015. Particolarmente interessato ai regolamenti internazionali e ai diversi mercati della cannabis, ha anche una vasta conoscenza della pianta e dei suoi usi.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Trending

Newsweed è il primo media francese sulle notizie legali e mondiali sulla cannabis - © Newsweed