Entra in contatto con noi

L’Olanda cerca di spianare la strada alla sperimentazione della cannabis legale prima del lancio completo

Pubblicato

su

Prodotti a base di cannabis legali nei Paesi Bassi
PUBLICITE

Il Dutch Legal Cannabis Experiment pone per la prima volta la regolamentazione della cannabis sotto il controllo federale. L’iniziativa, che dovrebbe essere lanciata completamente nel corso dell’anno, mira ad affrontare i problemi sollevati dalla situazione attuale, in particolare il fatto che i coffeeshop sono costretti a rifornirsi dal mercato nero, con tutti i problemi inerenti in termini di salute pubblica e di finanziamento delle attività criminali.

Superare gli ostacoli iniziali

Durante la fase di avvio dell’esperimento, iniziato lo scorso dicembre, alcuni coffeeshop di Tilburg e Breda hanno iniziato a vendere cannabis prodotta legalmente. Dopo alcuni mesi di attività, le autorità olandesi hanno incontrato due difficoltà principali che saranno risolte prima del lancio su larga scala.

Queste includono problemi di tracciabilità e rintracciabilità e vincoli di distribuzione, come riportato da MJBizDaily. In particolare, è sorto un collo di bottiglia a causa di una norma restrittiva che limita le scorte dei coffee shop a 500 grammi di prodotti di cannabis legale, portando a frequenti carenze.

A questo proposito, le autorità olandesi hanno modificato i regolamenti per consentire ai sindaci partecipanti di determinare i limiti di possesso di cannabis per i coffee shop. Questo aggiustamento ha lo scopo di eliminare direttamente le inefficienze operative e garantire una transizione graduale alla fase successiva dell’esperimento.

PUBLICITE

Coinvolgimento e aspettative dell’industria

Aziende come Leli Holland, di proprietà di Pure Sunfarms, sono state selezionate come coltivatori per fornire prodotti di cannabis ai coffee shop. Il loro coinvolgimento segna una svolta per il settore, con i coffeeshop che partecipano alla sperimentazione ora parzialmente riforniti da coltivazioni di cannabis regolamentate. Orville Bovenschen, amministratore delegato di Leli Holland, sottolinea in particolare l’importanza della fiducia dei consumatori nell’accesso a prodotti di cannabis sicuri e testati, un vantaggio reso possibile dal quadro della sperimentazione.

L’esperimento si svolge in due fasi fondamentali: la fase di avvio, iniziata a dicembre, e la fase di transizione, prevista per giugno. Queste fasi rappresentano opportunità di apprendimento cruciali, consentendo alle autorità di affinare i processi operativi e di valutare le reazioni dei consumatori all’introduzione di prodotti a base di cannabis regolamentati.

Le migliori pratiche del settore e le implicazioni globali

L’esperienza olandese in materia di cannabis incorpora diverse best practice del settore, tra cui imballaggi trasparenti, un numero limitato di coltivatori e protocolli di analisi semplificati. Queste misure rendono l’Olanda un potenziale modello per altri Paesi europei che stanno cercando di legalizzare la cannabis.

Sebbene questo esperimento segni un passo importante verso la riforma della regolamentazione, alcuni esperti hanno delle riserve sui tempi e sulla portata. , proprietario di una casa editrice e sostenitore della cannabis, è preoccupato per la portata limitata dell’esperimento e per il suo impatto sui diritti di coltivazione domestica, che non sono ancora legali. Chiede un dibattito più ampio sulla legalizzazione e sottolinea la necessità di affrontare le disparità tra le città sperimentali e le regioni escluse dall’iniziativa.

PUBLICITE

Aurélien ha creato Newsweed nel 2015. Particolarmente interessato ai regolamenti internazionali e ai diversi mercati della cannabis, ha anche una vasta conoscenza della pianta e dei suoi usi.

Trending

Trovaci su logo Google NewsNewsE in altre lingue:Newsweed FranceNewsweed EspañaNewsweed Nederland

Newsweed è la principale fonte di informazioni sulla cannabis legale in Europa - © Newsweed