Entra in contatto con noi

Il governo nepalese studia la coltivazione della cannabis terapeutica

Pubblicato

su

Cannabis in Nepal
PUBLICITE

Il Ministro delle Finanze nepalese Prakash Sharan Mahat ha detto, annunciando il bilancio per l’anno fiscale 2023-24 in Parlamento, che il governo sta esplorando la possibilità di coltivare cannabis per scopi medici.

La notizia, riportata da The Himalayan, segue l’appello del capo ministro del Gandaki Surendra Raj Pandey per la legalizzazione della cannabis e la produzione locale di alcol.

Pandey ha suggerito che se la cannabis ha valore medico, dovrebbe essere trattata come medicina. Ha aggiunto che la coltivazione della canapa e la produzione locale di alcol potrebbero essere usate per stimolare l’economia e creare posti di lavoro, pur riconoscendo che ciò richiederebbe discussioni con il governo centrale per mettere in atto una legislazione appropriata.

“La cannabis è vietata dalla legge federale. Tuttavia, è necessario avere un dibattito”, ha detto, “se può essere usata anche come medicina, crediamo che dovremmo ripensare alla sua coltivazione”.

PUBLICITE

La legalizzazione della produzione di cannabis in Nepal è un argomento che viene dibattuto da diversi anni. Il Paese è noto per le sue varietà endemiche di cannabis e per i prodotti locali come il charas, considerato uno dei migliori hashish del mondo.

Qual è lo status legale della cannabis in Nepal?

Sebbene il Nepal abbia preso in considerazione la possibilità di legalizzare la cannabis per qualche tempo, non ha ancora fatto alcun passo in questa direzione. La cannabis è illegale in questo Paese del Sud-Est asiatico dal 1976, anche se è stata a lungo utilizzata nella medicina ayurvedica e come offerta sacra al dio indù Shiva.

Prima del divieto del 1976, il Nepal ospitava negozi autorizzati dal governo in “Freak Street”, dal nome dei cosiddetti hippy. All’epoca, migliaia di turisti viaggiavano per mettere le mani su diversi tipi di hashish, che poi venivano spediti in Europa o negli Stati Uniti.

“Non è giustificabile che un Paese povero come il nostro tratti la cannabis come una droga”, ha dichiarato l’anno scorso all’AFP il ministro della Sanità del Nepal, Birodh Khatiwada. “La nostra gente viene punita… e la nostra corruzione sta aumentando a causa del contrabbando, perché stiamo seguendo le decisioni dei Paesi sviluppati che fanno solo quello che vogliono”

PUBLICITE

Aurélien ha creato Newsweed nel 2015. Particolarmente interessato ai regolamenti internazionali e ai diversi mercati della cannabis, ha anche una vasta conoscenza della pianta e dei suoi usi.

Trending

Trovaci su logo Google logoNews E in altre lingue: Newsweed France Newsweed España Newsweed Nederland

Newsweed è il primo media francese sulle notizie legali e mondiali sulla cannabis - © Newsweed