Entra in contatto con noi

Paraguay: Presentazione del progetto di legge sulla cannabis per uso medico e per adulti

Pubblicato

su

Cannabis medica e ricreativa in Paraguay
PUBLICITE

Alla fine della settimana scorsa, è stata presentata al Congresso Nazionale una proposta di legge per la depenalizzazione dell’uso e della coltivazione della cannabis.

La proposta di legge è il risultato della Prima Conferenza Internazionale sulla Cannabis tenutasi il 26 luglio ad Asuncion presso il Congresso Nazionale. La conferenza è stata convocata dalla Presidenza del Parlamento e ha visto la partecipazione di parlamentari ed esperti di canapa industriale e cannabis.

Il disegno di legge, presentato dal Frente Guasú, il fronte di sinistra, e da rappresentanti della società civile coinvolti nella questione della cannabis, è intitolato “Con il quale l’autocoltivazione, la produzione, l’industrializzazione, la commercializzazione, l’uso e la ricerca della pianta di cannabis e dei suoi derivati sono esaustivamente regolati e dichiarati di interesse nazionale”.

Un leader di Granja Madre, Juan Cabezudo, ha spiegato che “il senatore Óscar Salomón, presidente del Congresso, ha convocato una conferenza internazionale per discutere le opportunità mediche e commerciali generate dall’uso della cannabis in tutte le sue forme”

PUBLICITE

Ha aggiunto che “hanno partecipato istituzioni nazionali competenti e organizzazioni della società civile come , la Cooperativa Paraguaiana della Cannabis, la Camera Paraguaiana della Cannabis Industriale e Granja Madre”.

Il e fornisce diversi Paesi. Tuttavia, l’accesso alla cannabis terapeutica rimane complicato per i pazienti e l’autocoltivazione è ancora vietata.

Depenalizzazione della cannabis

L’obiettivo del disegno di legge al vaglio del Congresso, riportato da ABC, è quello di decriminalizzare l’uso e la coltivazione della cannabis.

I punti chiave del disegno di legge includono:

PUBLICITE

1. depenalizzare la pianta di Cannabis, i suoi derivati, i suoi usi e i suoi consumatori, nell’ambito di un approccio basato sui diritti umani garantiti dalla Costituzione nazionale, stabilendo sanzioni amministrative ad eccezione dei reati connessi.

2. Dichiarare l’area di interesse nazionale, sottolineando la salute dei malati e i diritti economici dell’agricoltura familiare, nonché il potenziale industriale e fiscale che può rappresentare per il Paese.

3. Crea il National Cannabis Institute (Incanna) come ente pubblico statale con la partecipazione della società civile, con ampi poteri per raggiungere gli obiettivi della legge.

4. Consente l’autocoltivazione da parte di singoli individui e la creazione di associazioni di coltivazione per l’uso adulto e medico della pianta e dei suoi derivati, nonché il loro possesso limitato.

5. Il disegno di legge in esame stabilisce linee guida per la prevenzione del consumo di cannabis da parte dei minori, oltre ad esprimere restrizioni sulla produzione e sul consumo negli spazi pubblici.

Il modello uruguaiano è stato utilizzato come base per il progetto, “ma con la realtà sociale ed economica del Paese”, ha dichiarato Juan Cabezudo, leader dell’associazione Ganja Madre.

 

Aurélien ha creato Newsweed nel 2015. Particolarmente interessato ai regolamenti internazionali e ai diversi mercati della cannabis, ha anche una vasta conoscenza della pianta e dei suoi usi.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Trending

Newsweed è il primo media francese sulle notizie legali e mondiali sulla cannabis - © Newsweed