Entra in contatto con noi

Stati Uniti: I consumatori di cannabis dovrebbero essere autorizzati a possedere una pistola?

Pubblicato

su

Cannabis e armi
PUBLICITE

Negli ultimi anni, la questione è stata sollevata in numerose legislature statali e tribunali federali degli Stati Uniti, con i sostenitori dei diritti alla cannabis e alle armi che hanno contestato la costituzionalità del divieto federale che attualmente impedisce ai consumatori di cannabis di possedere armi da fuoco.

Il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha insistito nel vietare ai consumatori di cannabis il possesso di armi da fuoco in numerosi tribunali federali, sostenendo ripetutamente che le persone che fanno uso di cannabis rappresentano un pericolo unico, paragonabile a quello rappresentato dal permettere alle persone con gravi malattie mentali di possedere armi da fuoco.

La questione della costituzionalità del divieto federale di possedere armi da fuoco per i consumatori di cannabis è ora all’attenzione della Corte Suprema degli Stati Uniti, che sta valutando se occuparsi della questione.

I giudici devono decidere se ascoltare l’appello del governo federale contro la sentenza di un tribunale locale che aveva stabilito che la restrizione sulle armi violava il Secondo Emendamento.

PUBLICITE

La decisione è stata emessa dalla Corte d’Appello del Quinto Circuito degli Stati Uniti, che ha esaminato la legge federale nota come Sezione 922(g)(3), che impedisce a chi è un “consumatore illegale” di una droga illegale di acquistare o possedere armi da fuoco. La Corte ha stabilito che la politica applicata a un uomo che rischiava una condanna dopo aver ammesso di aver fatto uso di cannabis mentre era in possesso di un’arma da fuoco era incostituzionale.

Sebbene la legge proibisca ai consumatori di cannabis di possedere armi da fuoco, un memo dell’FBI del 2019 che è emerso di recente mostra che il governo federale generalmente non considera una violazione della legge il possesso di armi da fuoco da parte di chi si occupa di cannabis terapeutica e dei coltivatori.

I legislatori repubblicani del Congresso hanno introdotto due proposte di legge nella prima metà di questa sessione biennale che riguardano la politica sulle armi e sulla marijuana.

Il deputato repubblicano Brian Mast, co-presidente del Congressional Cannabis Caucus, ha presentato l’anno scorso una proposta di legge per proteggere i diritti del Secondo Emendamento dei consumatori di cannabis negli Stati legali, consentendo loro di acquistare e possedere armi da fuoco che attualmente sono loro vietate dalla legge federale.

PUBLICITE

Il leader della maggioranza del Senato Chuck Schumer, un democratico, si è impegnato ad allegare questa legge a una proposta bancaria bipartisan sulla cannabis, che è uscita dalla commissione a settembre.

Inoltre, Mast è anche co-sponsor di una proposta di legge separata del deputato repubblicano Alex Mooney che consentirebbe ai pazienti di cannabis medica di acquistare e possedere armi da fuoco.

Il Maryland avanza nella protezione dei diritti dei pazienti di cannabis

Il Senato del Maryland ha approvato un disegno di legge per proteggere il diritto alle armi dei pazienti di marijuana medica secondo la legge statale e lo ha inviato alla Camera dei Delegati.

Con un voto di 43 a 2, il Senato ha approvato la legge del senatore Mike McKay senza discussione. Il voto arriva circa una settimana dopo l’approvazione della legge da parte della Commissione giudiziaria del Senato.

Se approvata, la misura proteggerà i diritti dei pazienti registrati per la cannabis terapeutica ad acquistare, possedere e portare armi da fuoco secondo la legge del Maryland, anche se la legge federale impedisce loro di farlo.

Anche la legislatura del Maryland si è occupata della questione in questo periodo dell’anno scorso, con la commissione giudiziaria della Camera che ha tenuto un’udienza su una misura separata ma correlata, per garantire la protezione dei diritti alle armi dei pazienti affetti da marijuana medica.

Impegni legislativi in alcuni altri Stati americani

Il mese scorso, ad esempio, nella vicina Pennsylvania, un procuratore ha intentato una causa contro il Dipartimento di Giustizia per il divieto, che secondo lui viola i diritti del Secondo Emendamento dei pazienti di cannabis medica come lui.

Anche un senatore repubblicano della Pennsylvania ha recentemente dichiarato che presto introdurrà una legge per rimuovere le barriere legislative statali al porto d’armi da parte dei pazienti di marijuana medica.

Il governatore del South Dakota ha firmato una legge che richiederà ai pazienti di spuntare una casella sulla loro richiesta di una tessera per la marijuana medica, dichiarando di essere a conoscenza del fatto che la legge federale proibisce ai consumatori di cannabis di acquistare e possedere armi da fuoco.

Aurélien ha creato Newsweed nel 2015. Particolarmente interessato ai regolamenti internazionali e ai diversi mercati della cannabis, ha anche una vasta conoscenza della pianta e dei suoi usi.

Trending

Trovaci su logo Google NewsNewsE in altre lingue:Newsweed FranceNewsweed EspañaNewsweed Nederland

Newsweed è la principale fonte di informazioni sulla cannabis legale in Europa - © Newsweed