Entra in contatto con noi
Puffy

Jersey vota contro la depenalizzazione della cannabis

Pubblicato

su

Decriminalizzazione della cannabis respinta a Jersey
Seguici su Facebook
PUBLICITE

Jersey ha deciso di non depenalizzare la cannabis per un solo voto. Invece, la dipendenza della Corona britannica ha votato per chiedere ai ministri di tornare con proposte per allentare le leggi che limitano il suo uso, che è già più o meno depenalizzato nella pratica.

Un passo indietro, un passo avanti

Dopo un dibattito durato quasi quattro ore per due giorni alla fine del mese scorso, l’Assemblea degli Stati – il parlamento di Jersey – ha votato per respingere la proposta con 23 voti favorevoli, 22 contrari e un’astensione.

Tuttavia, due parti della mozione presentata dal deputato Tom Coles, che ha avviato la proposta sui futuri approcci alla legalizzazione e alla regolamentazione della cannabis, saranno riportate all’Assemblea nel corso dell’anno.

La proposta di Tom Coles includeva una soglia accettabile di grammi, restrizioni sulle aree di consumo e restrizioni sulla guida sotto l’influenza.

PUBLICITE

I futuri dibattiti sulla questione, previsti per l’autunno, dovrebbero concentrarsi su dove e quando è accettabile consumare cannabis. Dovrebbero anche esaminare come gli Stati potrebbero intervenire contro chi guida sotto l’effetto della droga.

Simon Harrison, che dirige End Cannabis Prohibition Jersey, ha detto di non essere completamente scoraggiato. “È stato un successo parziale… [ci] mette sulla strada dello sviluppo di regolamenti su come trattare la cannabis in futuro”, riporta la BBC.

Jersey è diventata rapidamente un hub di attrazione per gli imprenditori britannici della cannabis, assicurandosi più di 60 milioni di sterline di investimenti da parte di aziende di cannabis medica dal 2016, secondo il ministro dello sviluppo economico delle Isole del Canale.

Nuovo capo della commissione cannabis

Nel frattempo, l’avvocato britannico Sarah Clover, specializzata nella regolamentazione della coltivazione della cannabis, è stata nominata presidente del Jersey Cannabis Advisory Board (JCAB). L’organizzazione indipendente riunisce imprese e altre parti interessate all’industria della cannabis regolamentata per sviluppare il settore e la sua regolamentazione sull’isola.

PUBLICITE

La signora Clover ha detto che il JCAB vuole che l’isola diventi un leader mondiale nell’industria della cannabis regolamentata.

“Il JCAB è molto attivo nel promuovere Jersey come centro leader a livello mondiale per lo sviluppo del settore della cannabis, che sarà un grande impulso per l’economia dell’isola. Con un coordinamento efficace, le imprese del settore della cannabis e le autorità di regolamentazione possono lavorare fianco a fianco per garantire la reputazione di Jersey come centro di qualità e di standard elevati”

“Jersey ha una serie di vantaggi in questo settore e il futuro sembra molto luminoso”, riporta la BBC.

Non lontano, l’Isola di Man sta cercando di incrementare la sua offerta di cannabis medica.

 

Aurélien ha creato Newsweed nel 2015. Particolarmente interessato ai regolamenti internazionali e ai diversi mercati della cannabis, ha anche una vasta conoscenza della pianta e dei suoi usi.

Trending

Trovaci su logo Google NewsNewsE in altre lingue:Newsweed FranceNewsweed EspañaNewsweed NederlandNewsweed PortugalNewsweed Deutschland

Newsweed è la principale fonte di informazioni sulla cannabis legale in Europa - © Newsweed