Entra in contatto con noi

La Florida potrà votare per la legalizzazione della cannabis a novembre. Le Hawaii no.

Pubblicato

su

Cannabis in Florida e nelle Hawaii
PUBLICITE

Lunedì scorso, la Corte Suprema della Florida ha deciso per 5-2 di non impedire che un’iniziativa per la legalizzazione della cannabis a scopo ricreativo sia presentata alle elezioni di novembre.

L’anno scorso, e fino al 2020, gli attivisti in Florida sono riusciti a raccogliere abbastanza firme valide per un’iniziativa di legalizzazione della cannabis da mettere sulla scheda elettorale. In entrambe le occasioni, il Procuratore Generale aveva stabilito che il riassunto dell’iniziativa proposta era fuorviante o che l’iniziativa violava la norma della Costituzione statale sul singolo scopo per le misure elettorali, non specificando che la cannabis rimaneva illegale a livello federale.

Tuttavia, a gennaio sono emerse notizie che suggeriscono che un certo numero di donatori chiave del GOP hanno accumulato una partecipazione significativa nell’industria della cannabis medica dello Stato e sono pronti a trarre vantaggio dalla legalizzazione, se questa avverrà.

La Florida è già il più grande mercato della cannabis medica negli Stati Uniti, con oltre 871.000 pazienti registrati.

PUBLICITE

Se la legge passerà a novembre, le 25 aziende attualmente autorizzate a coltivare cannabis medica potranno iniziare a spostare le loro attività verso il mercato ricreativo e a vendere agli adulti di età superiore ai 21 anni.

Trulieve, che ha finanziato la campagna Smart & Safe della Florida con 39 milioni di dollari, ha dichiarato: “Siamo grati alla Corte per aver deciso correttamente che l’iniziativa elettorale e la sintesi del testo soddisfano gli standard di chiarezza e unicità dell’argomento. Non vediamo l’ora di sostenere questa campagna mentre si avvia verso il voto di novembre”.

anche Curaleaf, che ha già una forte presenza nello stato, ha accolto con favore la decisione: “Siamo entusiasti di vedere la Corte Suprema della Florida aggiungere la legislazione sulla cannabis per uso adulto al voto di novembre. Questo potrebbe triplicare le dimensioni del mercato nello Stato nei prossimi anni, e Curaleaf sta investendo in vista della conversione, con 25 nuovi negozi pronti ad aprire e una cultura ampliata per fornire a clienti e pazienti la nostra gamma completa di marchi e prodotti di alta qualità.”

A causa delle leggi elettorali locali, la misura avrà bisogno di una maggioranza di almeno il 60% per passare a novembre.

PUBLICITE

Le Hawaii non passeranno

Il progetto di legalizzare la cannabis nelle Hawaii si è concluso martedì pomeriggio. In una dichiarazione, il rappresentante democratico Kyle Yamashita, che presiede la Commissione Finanze della Camera, ha annunciato che il suo gruppo non prenderà in considerazione la misura di legalizzazione, SB 3335, prima della scadenza legislativa di questa settimana.

La mossa ha di fatto eliminato il disegno di legge, che aveva già superato l’intero Senato e diverse commissioni della Camera in questa sessione, prima di passare per un soffio in una prima votazione alla Camera all’inizio del mese.

“Il percorso verso la legalizzazione della cannabis per uso adulto è una questione profondamente divisiva”, ha detto Yamashita. “A causa di molte preoccupazioni sull’attuazione del disegno di legge, la Camera ha deciso di non continuare le deliberazioni nella sua Commissione Finanze. Questa decisione è rafforzata dai voti negativi dei membri della commissione espressi alla Camera”

Il presidente democratico della Camera Scott Saiki ha invece espresso le “gravi preoccupazioni della comunità delle forze dell’ordine delle Hawaii”.

“Questo disegno di legge richiede un’ulteriore considerazione dell’impatto che avrà sui nostri bambini, sulla nostra economia e sul nostro benessere generale”

Come hanno sottolineato sia i sostenitori che gli oppositori, una misura di legalizzazione ha fatto i maggiori progressi nella legislatura delle Hawaii la scorsa sessione. Ma dopo aver superato di stretta misura la Camera dei Rappresentanti alla fine del mese scorso con un voto di 25 a 23, molti si aspettavano problemi nella Commissione Finanze.

Aurélien ha creato Newsweed nel 2015. Particolarmente interessato ai regolamenti internazionali e ai diversi mercati della cannabis, ha anche una vasta conoscenza della pianta e dei suoi usi.

Trending

Trovaci su logo Google NewsNewsE in altre lingue:Newsweed FranceNewsweed EspañaNewsweed NederlandNewsweed PortugalNewsweed Deutschland

Newsweed è la principale fonte di informazioni sulla cannabis legale in Europa - © Newsweed