Entra in contatto con noi

La Nuova Zelanda approva i primi prodotti a base di cannabis medica prodotti localmente

Pubblicato

su

Cannabis medica in Nuova Zelanda
PUBLICITE

La scorsa settimana, le autorità sanitarie neozelandesi hanno iniziato a consentire l’uso di prodotti di cannabis medica prodotti localmente, ponendo fine alla dipendenza dei pazienti dai prodotti importati. Il Ministero della Salute ha consentito l’accesso ai farmaci locali a partire dal 9 settembre, aprendo una nuova opportunità per i produttori e i fabbricanti di cannabis neozelandesi.

In base alle leggi neozelandesi sulla legalizzazione della cannabis medica, qualsiasi medico di base autorizzato può prescrivere farmaci a base di cannabis a qualsiasi paziente per trattare qualsiasi problema di salute. Ma dal 2017, solo i farmaci importati a base di cannabis sono stati approvati per l’uso da parte dei pazienti.

“Finora ai pazienti neozelandesi poteva essere prescritta solo cannabis medica coltivata all’estero, per la maggior parte importata da Australia e Canada”, afferma Tim Aldridge, amministratore delegato del produttore di cannabis Puro New Zealand.

Puro New Zealand coltiva cannabis biologica nella sua struttura nel sud del Paese. All’inizio di quest’anno, l’azienda ha firmato un accordo quinquennale e multimilionario per la fornitura di cannabis a Helius Therapeutics, un’azienda che produce medicinali a base di cannabinoidi nel suo stabilimento di East Auckland.

PUBLICITE

“Nel 2018, l’intento legislativo del Parlamento sul miglioramento dell’accesso è stato chiaro“, ha dichiarato Doran. “[Abbiamo] anche lavorato per ottenere farmaci a base di cannabis sia coltivati che prodotti localmente. Questa ambizione nazionale di servire meglio i pazienti kiwi che soffrono da tempo è finalmente una realtà ed è entusiasmante”

“Questa è un’ottima notizia per molti pazienti che da tempo cercano un accesso legale ai prodotti a base di cannabis medica coltivati e prodotti in Nuova Zelanda”, ha aggiunto Doran.

Medicinali approvati per il mercato neozelandese

Helius Therapeutics ha ricevuto dal Ministero della Salute la notifica che due dei suoi farmaci hanno superato i test sugli standard di qualità, un requisito per l’immissione sul mercato dei prodotti a base di cannabis. La Nuova Zelanda ha già 35 aziende di cannabis in tutto il Paese, con Helius Therapeutics che è la più grande della nazione.

Helius è stata la prima azienda di cannabis terapeutica in Nuova Zelanda a ottenere una licenza GMP per la produzione di farmaci nel luglio 2021, immettendo sul mercato i primi prodotti tre mesi dopo. I nuovi prodotti saranno lanciati in Nuova Zelanda prima di essere diffusi a livello internazionale, con l’Europa e il Sud America già identificati come mercati esteri prioritari per l’azienda.

PUBLICITE

“Ottenere l’approvazione per i prodotti a base di cannabis medica che sono realmente coltivati e prodotti in Nuova Zelanda è un passo importante per il nostro settore”, ha detto Doran. “I pazienti locali e i loro sostenitori hanno lottato a lungo e duramente per ottenere prodotti veramente Kiwi, che siano al tempo stesso di alta qualità e convenienti”

Aldridge ha dichiarato che la sua azienda ha impiegato quattro anni per rendere le sue operazioni conformi agli standard governativi.

“Non è sempre stato un gioco da ragazzi”, ha detto Aldridge. “Navigare in questo nuovo settore, familiarizzare con il regime normativo e coltivare su larga scala è stata un’impresa scoraggiante”

Sebbene il lavoro di sviluppo di un’infrastruttura locale per la produzione di cannabis non sia stato facile, egli afferma che i pazienti ne raccoglieranno presto i frutti. I medicinali a base di cannabis prodotti localmente dovrebbero costare ai pazienti la metà di quelli importati.

“Abbiamo assistito a notevoli ritardi e interruzioni nella disponibilità di prodotti importati, poiché il COVID continua a influenzare le catene di approvvigionamento”, ha dichiarato Doran. “È sconcertante per i pazienti e i prescrittori quando non sono disponibili prodotti che fanno la differenza nella vita delle persone. I prodotti interamente coltivati e fabbricati in Nuova Zelanda contribuiranno a mitigare questi problemi”

Aurélien ha creato Newsweed nel 2015. Particolarmente interessato ai regolamenti internazionali e ai diversi mercati della cannabis, ha anche una vasta conoscenza della pianta e dei suoi usi.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trending

Newsweed è il primo media francese sulle notizie legali e mondiali sulla cannabis - © Newsweed