Entra in contatto con noi

Nuovi semi di canapa approvati in Europa per fornire livelli record di CBD

Pubblicato

su

PUBLICITE

L’azienda bulgara CBD Seed Europe ha registrato nel registro europeo dei semi due delle sue varietà che, a suo dire, presentano livelli record di cannabidiolo.

Mentre la maggior parte dei semi di canapa registrati nel Catalogo Comune Europeo produce piante con un contenuto di CBD del 5-6%, le varietà recentemente registrate possono raggiungere il 12%.

Le due nuove varietà registrate, denominate “Midwest” e “Northwest”, saranno utilizzabili nella maggior parte delle latitudini del continente, afferma l’azienda.

E, con i limiti CE per il contenuto di THC nei semi di canapa destinati ad aumentare dallo 0,2% allo 0,3%, afferma che sarà in grado di sviluppare nuove varietà che aumenteranno i livelli di CBD “ancora di più”.

PUBLICITE

Investimento di 500.000 euro

Americo Folcarelli, co-fondatore di CBD Seed Europe, ha dichiarato che il suo successo è il risultato di un lavoro e di investimenti sostanziali.

“Siamo lieti che dopo due anni di test e ricerche – e oltre 500.000 euro di investimenti – abbiamo raggiunto la fase in cui le nostre due varietà di semi ad alto contenuto di CBD sono state approvate per la vendita nell’Unione Europea.

“Riteniamo che questo apra una serie di opportunità commerciali uniche, tra cui l’esplorazione di joint venture con altri selezionatori per creare nuove varietà specificamente progettate per il mercato europeo”

CBD Seeds Europe ha lavorato a stretto contatto con l’Associazione Europea della Canapa Industriale (EIHA) per presentare i suoi nuovi ceppi.

PUBLICITE
CBD Seed's Bulgarian Hemp Field

CBD Seed’s Bulgarian Hemp Field

Lorenza Romanese, direttore generale dell’EIHA, ha dichiarato: “Siamo certamente felici che gli allevatori dell’UE siano finalmente in grado di fornire agli agricoltori dell’Unione europea varietà adatte al nostro clima e a più alto contenuto di CBD – questo è ciò che il mercato ha chiesto”

CBD Seed Europe è stata fondata dall’imprenditore canadese della cannabis Folcarelli e dal suo partner commerciale bulgaro Ivailo Staninski, con la società diretta da Simeon Genov.

Entro il 2021, sostiene di aver registrato un fatturato di 500.000 euro e si aspetta un fatturato annuo di 4 milioni di euro dal nuovo sviluppo.

Un enorme potenziale di crescita

Folcarelli dice di essere stato attratto dal mercato europeo della cannabis e del CBD per il suo potenziale di crescita e, dopo aver incontrato molti ostacoli burocratici nell’Europa meridionale, ha scelto la Bulgaria.

Dopo due anni di test sotto l’egida dell’Agenzia bulgara per le sementi, come richiesto dalle direttive dell’UE, i suoi due nuovi prodotti genetici sono stati ufficialmente lanciati sul catalogo europeo il mese scorso.

La Bulgaria, ora sede dell’azienda – che ha contribuito a fondare l’Associazione bulgara per la canapa industriale – prevede di costruire il primo centro di ricerca sulle sementi e sulla genetica conforme all’UE nei prossimi 12 mesi.

CBD Seed's research facilities

CBD Seed’s research facilities

“La mia visione è che possiamo creare una catena di approvvigionamento completamente funzionale e verticalmente integrata, dalla genetica ai prodotti di consumo, in modo che ogni prodotto sia tracciabile fino ai semi che hanno dato inizio al processo”

“Questo ci permetterà di creare ibridi nuovi e migliori, in grado di competere e persino di superare quelli creati in altre parti del mondo”, ha aggiunto.

L’azienda è interessata a collaborare con partner europei per sostenere la crescita del settore.

La collaborazione è “vitale”

E ha aggiunto: “Oltre alla registrazione delle sementi, abbiamo collaborato con il Ministero dell’Agricoltura bulgaro, insieme all’EIHA, per aiutarlo a sviluppare regolamenti e leggi in modo che agricoltori e trasformatori possano lavorare in modo legale e sicuro”

“Insieme ai nostri partner e collaboratori, stiamo anche lavorando con le agenzie governative in Grecia, Italia e Spagna per migliorare la regolamentazione e la trasparenza a tutti i livelli della catena di approvvigionamento, per garantire prodotti sicuri ed efficaci per il consumatore finale.”

Mentre la biomassa statunitense importata conteneva fino al 15% di CBD, quest’ultimo sviluppo aumenterà la competitività dell’industria europea. In effetti, Folcarelli afferma che alcune biomasse nordamericane non rispettano “le norme GMP dell’UE e non dovrebbero essere ammesse negli integratori alimentari”.

Il mercato globale dei semi di canapa è stato valutato a 830 milioni di euro nel 2021 e si prevede che raggiungerà i 1.550 milioni di euro entro il 2027.

Aurélien ha creato Newsweed nel 2015. Particolarmente interessato ai regolamenti internazionali e ai diversi mercati della cannabis, ha anche una vasta conoscenza della pianta e dei suoi usi.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trending

Newsweed è il primo media francese sulle notizie legali e mondiali sulla cannabis - © Newsweed