Entra in contatto con noi

Il Nevada attira i suoi primi 40 saloni della cannabis

Pubblicato

su

Salone della cannabis a Las Vegas
PUBLICITE

I regolatori della cannabis del Nevada hanno annunciato mercoledì i vincitori delle prime 40 licenze di cannabis lounge dello stato.

20 di questi sono stati assegnati per sorteggio a nuove imprese indipendenti, la metà dei quali a richiedenti di equità sociale. Gli altri 20 sono per i rivenditori di cannabis esistenti che apriranno sale per il consumo sociale.

Il Cannabis Compliance Board (CCB) dello Stato ha annunciato il sorteggio la scorsa settimana, dicendo che avrebbe tenuto “due estrazioni tramite un selezionatore di numeri casuali”. I regolatori affermano di aspettarsi l’apertura dei primi saloni nella “prima metà del 2023”.

All’inizio del mese la BAC ha dichiarato di aver ricevuto circa 100 domande durante un periodo di 10 giorni in ottobre.

PUBLICITE

PUBLICITE

Gli sviluppi arrivano più di un anno dopo che il governatore Steve Sisolak ha firmato una

I venditori di cannabis esistenti possono richiedere una categoria di licenza separata per incorporare i lounges nelle loro attività esistenti.

La BCC ha approvato la regolamentazione dei luoghi di consumo di cannabis durante l’estate. La legge potrebbe anche consentire alle aziende di combinare , di servire cibi infusi, di offrire massaggi terapeutici assistiti da THC o di incorporare la cannabis in altri modi.

Il governatore è a priori abbastanza soddisfatto della legge sui saloni della cannabis del Nevada, scrivendo: “L’idea non è nuova, ma nessuno lo sta facendo come noi in Nevada”.

“Mentre la maggior parte delle lounge per i consumatori in altri Stati non offre cibo, bevande o altre opzioni di intrattenimento”, ha aggiunto, “le lounge del Nevada saranno uno sportello unico per l’intrattenimento per creare posti di lavoro, far crescere l’industria e stimolare la nostra economia”

Secondo le regole approvate dal consiglio, il consumo deve essere nascosto alla vista del pubblico. Il consumo deve avvenire in un locale separato dal luogo di vendita. I prodotti di cannabis monouso o pronti per il consumo non possono essere portati fuori sede. Le aziende devono fornire acqua gratuita a ogni cliente.

Anche le sale saranno riservate alla cannabis. Non è consentita la vendita di alcolici, tabacco o prodotti a base di nicotina.

Aurélien ha creato Newsweed nel 2015. Particolarmente interessato ai regolamenti internazionali e ai diversi mercati della cannabis, ha anche una vasta conoscenza della pianta e dei suoi usi.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Trending

Newsweed è il primo media francese sulle notizie legali e mondiali sulla cannabis - © Newsweed